SICUREZZA e AMBIENTE

 

 

Protezione dalle Sovrappressioni e dalle Temperature

Pressioni eccessive nelle apparecchiature possono generare in esse tensioni superiori a quelle di snervamento del materiale di costruzione e condurre ad un cedimento catastrofico dell'apparecchio. Ciò potrebbe avvenire nei casi di esposizione ad un incendio esterno o per anomalie operative quali malfunzionamento della strumentazione, mancanza di utilities, errori di manovra, ecc ...

La temperatura eccessiva agisce negativamente abbassando le tensioni di snervamento del materiale e potendo, se prolungata nel tempo, raggiungere quindi le condizioni del collasso anche in assenza di incremento di pressione. Il vuoto è un altro pericolo se non previsto dal progetto, in quanto la resistenza di un apparecchio ad una pressione esterna è inferiore a quella di una pari pressione interna. Il progetto dell'impianto deve quindi includere forme di protezione delle apparecchiature che ne evitino il collasso sia in condizioni normali che in emergenza. In genere è sufficiente prevedere una valvola di sicurezza che scarichi all'esterno la portata più elevata di tutte quelle che si possono creare all'interno dell'apparecchio a seguito di qualsiasi evento incidentale indesiderato che genera una sovrappressione; il raggiungimento di una eccessiva temperatura non viene però precluso dall'esistenza di una valvola di sicurezza e quindi, in certi casi, potrà essere opportuna l'installazione di un sistema di allarme con switch per alta temperatura.

Nel documento seguente si illustrano tutti i principi di base per la protezione dalle sovrappressioni e dalle temperature:

Protezione dalle Sovrappressioni e Temperature (PDF Fomat)

CSS Valido!   Last Modified:   December, 9th - 2014 
   © Copyright 2010 processengineeringmanual.it - All Rights Reserved.                                                                                                        
Web Site Realized By Alberto Calloni