BILANCI MATERIALI E TERMICI

 

 

1   2  3

Impianti Batch -3-

 

Di solito queste sezioni sono costituite da unità di distillazione, che lavorano in continuo o discontinuo; per questo vi è la necessità di un recipiente di stoccaggio, che permetta l'accumulo degli effluenti, sui quali si deve operare, in modo da alimentare in continuo o discontinuo la sezione di recupero.

È opportuno in questo tipo d'impianti avere una sezione, cosiddetta Multipurpose, per realizzare mediante distillazione discontinua o continua un frazionamento di miscele di solventi per poterli riutilizzare.
Inoltre dovranno essere previsti recipienti di stoccaggio contenenti le materie prime e i prodotti dell'impianto.

Non è possibile qui generalizzare. Il processista dovrà ogni volta decidere quale configurazione si adegua meglio alle esigenze della produzione, sulla scorta di analisi di mercato.

Compiti del processista

Oltre ai compiti normalmente previsti nella progettazione di un impianto continuo, il processista in questo caso dovrà avere una particolare attenzione per la scelta degli apparecchi.

A esempio in questi impianti molto delicati, perchè in essi hanno luogo di solito delle reazioni complesse, si usano sempre delle pompe dosatrici a meno che le portate non siano così grandi da inibirne l'uso.

Le pompe di questo tipo permettono un dosaggio preciso dei reagenti e la buona tenuta dei tempi di esecuzione. Anche la strumentazione dovrà essere scelta in modo da garantire una perfetta esecuzione delle sequenze e il controllo dell'impianto che lavora in modo discontinuo.
Sarà inoltre compito del processista descrivere le operazioni di preparazione e di marcia di ogni singolo Batch ed elaborare tutte le specifiche degli apparecchi, degli strumenti, nonchè determinare i consumi delle utilities.

Una cura particolare dovrà essere riservata alla stesura del manuale operativo, in quanto le operazioni in questo caso sono più numerose, che su un impianto continuo, in quanto la discontinuità obbliga a frequenti interruzioni o cambiamenti di marcia, a fermate e a riavviamenti frequenti.

Praticamente il processista è coinvolto in modo decisivo nella progettazione dell'impianto e dovrà coordinare le attività di tutte le funzione specialistiche.
Il processista dovrà inoltre descrivere tutte le sequenze di operazioni che successivamente lo strumentista dovrà gestire come istruzioni per configurare il PLC e/o il DCS.

CSS Valido!   Last Modified:   December, 9th - 2014 
   © Copyright 2010 processengineeringmanual.it - All Rights Reserved.                                                                                                        
Web Site Realized By Alberto Calloni